Antonello Salvestrini

Antonello Salvestrini

Antonello Salvestrini musicista ed artista poliedrico, costruttore di strumenti artigianali con base in Val di Fiemme, nasce artisticamente frequentando il Liceo Artistico Duccio di Boninsegna a Siena dove la musica, pur non essendo materia di studio, era argomento di confronto ed aggregazione. Questo clima contribuisce alla sua formazione musicale e porta all'acquisto del primo strumento: un basso elettrico. Il percorso musicale inizia studiando musica d'insieme sotto la guida del M° Filippo Maria Daidone, insegnante di batteria, con il quale, alcuni anni più tardi, nel Trio Eidos, suonerà.Iniziano così gli anni della sperimentazione sonora attraverso l'effettistica e l'elettronica con la formazione degli Alchimia. Durante l'anno del diploma costruisce il suo primo strumento: un basso elettrico. Proprio durante questo processo inizia la ricerca di un suono più puro, che sia in grado di far parlare lo strumento attraverso il solo uso delle mani e dei materiali. La decisione di sottoporre al giudizio di Carmine De Iaco, noto liutaio fiorentino, il basso fa nascere un'amicizia duratura e innesca la passione per la costruzione degli strumenti. Nel 2003 acquista il suo primo contrabbasso e segue i corsi della Fondazione “Siena Jazz” tenuti dal M° Ferruccio Spinetti. Insieme agli amici M° Andrea Bruni e Marco Cencetti da inizio al progetto Il Sottilequilibrio. La prima collaborazione con Adriano Agnoli avviene durante la composizione della colonna sonora per il documentario allegato al libro intitolato Val di Fiemme, edito nel 2011, ed alla realizzazione della copertina dello stesso.

Copyright InMutazioneProGject © 2024